In viaggio sul Bernina Express

In viaggio sul Bernina Express

Al numero 34 della mia travel wish list c’è una corsa sul Glacier express, ma come spesso ci succede in famiglia, ci sono dei repentini cambi di programma e quel che era sodato fino a ieri,  oggi non è più così certo e basta un articolo di giornale, un immagine o una semplice telefonata per farci cambiare idea e farci innamorare di una meta anche last second! ed è quel che è successo anche questa volta e così alla mia lista dei “40 viaggi che sogno di fare con le mie bimbe”  se n’è aggiunto uno in più ” il viaggio sul trenino rosso del Bernina”. Un viaggio a bordo di un caratteristico trenino con i vagoni colorati di rosso per passare dall’Italia alla Svizzera viaggiando su rotaie , era una cosa che la mia bimba mi chiedeva di fare da quando abbiamo in casa questo bellissimo libro,

i 100 luoghi da non perdere nel mondo

che ci fa sognare viaggi incredibili e sul quale,  ancora una volta abbiamo magicamente spuntato una pagina !

Libro i 100 luoghi da non perdere nel mondo

La nostra avventura sul trenino rosso del Bernina è nata quindi così , un po per caso, perché quest’anno le nostre vacanze sulla neve le abbiamo trascorse all’Aprica ospiti nella casa di amici e non potevamo lasciare la Valtellina senza fare questa esperienza unica.

Dovete sapere che il percorso del Bernina Express comprende due tratte ferroviarie, la ferrovia del Bernina che parte dalla stazione di Tirano in Valtellina e termina a St. Moritz in alta Engadina e quella dell’Albula che prosegue da St.Moritz fino a Thusis. Da St.Moritz a Zermatt  viaggia poi un altro treno turistico panoramico molto famoso ed altrettanto spettacolare, il Glacier Express che prima o poi prenderemo!

Noi questa volta abbiamo percorso il Bernina Express Tirano-St.Moritz , una tratta lunga  61 chilometri,  l’unica Svizzera che da sud a nord attraversa le Alpi a cielo aperto. La traversata  si snoda attraverso la Valposchiavo, una delle più belle regioni del Canton Grigioni , si incontrano boschi e laghi incantati , pittoreschi paesaggi montani, picchi innevati e ghiacciai e si ha poi la possibilità di percorrere miracoli dell’ingegneria unici come il viadotto elicoidale di Brusio, probabilmente è per questi motivi che è così famosa e nel 2008  ha ottenuto il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Unesco .

Abbiamo scelto di viaggiare sul trenino rosso ( treno regionale) e non sul Bernina Express perché viaggiando con dei bambini alcune differenze ci sono sembrate piuttosto rilevanti ed in fondo al post alla sezione “consigli utili” ve le ho indicate in dettaglio.

Siamo partiti dalla stazione di Tirano non prestissimo, ed abbiamo così deciso di fermarci per pranzo alla stazione di Morteratsch . Una decisione presa all’ultimo minuto perché le bimbe iniziavano ad essere stanche ed affamate, i pochi minuti in cui il treno si è fermato alla stazione ci sono bastati per decidere di fare una pausa. Un tempo la stazione RhB sorgeva proprio al confine del ghiacciaio, ma a causa del surriscaldamento del pianeta, il ghiacciaio si è pian piano ritirato ed ora sono necessari circa 50 minuti di passeggiata per raggiungerlo .  La passeggiata non ha nessuna difficoltà ed è quindi fattibile anche con i bambini. Noi siamo stati fortunati ed abbiamo trovato una splendida giornata di sole così ne abbiamo approfittato per fare una breve passeggiata. C’erano mamme con passeggini, chi camminava con le ciaspole, chi faceva sci di fondo e molti che arrivavo in treno o in auto da St. Moritz per poter pranzare nello splendido Ristorante Morteratsch .

Dopo pranzo siamo risaliti sul trenino ed abbiamo proseguito il viaggio fino a St. Motitz . Nella località turistica più famosa, più chic e lussuosa al mondo che quest’anno festeggia i 150 anni di turismo invernale, difficile poter trovare qualcosa low-cost, ma noi siamo riusciti nell’impresa, siamo entrati nell’ ultracentenario caffè Hanselmann  ( una vera istituzione di St. Moritz) e ci siamo fatti preparare un delizioso take-away con due fettone di torta per la merenda del pomeriggio.

Prima dei nostri consigli utili, vi lascio con qualche fotografia della giornata:

trenino Bernina al Lago poschiavo

tragitto verso Le Prese

 

trenino Bernina

Lago di Poschiavo

 

in viaggio sul trenino rosso Bernina

appena dopo la partenza da una stazione

 

Lago Palu trenino Bernina

lo splendido lago Palü

 

Bernina express

Alp Grüm

 

camminata al Monteratsch

passeggiata verso il ghiacciaio Morteratsch

Stazione di Morteratsch

partenza per St.Moritz alla stazione di Morteratsch

QUALCHE UTILE CONSIGLIO

Il trenino rosso del Bernina è un treno di linea, ed è sempre possibile viaggiare anche SENZA prenotazione. La prenotazione è invece indispensabile sulle carrozze panoramiche del Bernina Express perché avrete il posto a sedere numerato.

il biglietto può essere fatto anche alla biglietteria della stazione poco prima della partenza,  ed è quello che vi consiglio di fare se volete usufruire di qualche offerta particolare come ad esempio quella riservata alle famiglie ( sul sito delle ferrovie retiche non la trovate), oppure tramite agenzie di viaggio specializzate. In passato mi ero informata per trascorrere una notte presso un BeB di Tirano e mi era stato detto che anche  loro avevano la possibilità di prenotarci i biglietti .

La corsa sul treno regionale ha un prezzo inferiore,  cioè considerate che viaggiando sulle carrozze del Bernina Express si paga circa 10 CH in più a persona (5CH andata e 5CH ritorno) rispetto al regionale , ed è inoltre richiesta in anticipo la prenotazione del posto a sedere , (il supplemento viene anche applicato ai ragazzi fino a 16 anni e ai bambini sotto ai 6 se occupano il posto a sedere) .  I finestrini panoramici del Bernina express seppur bellissimi  purtroppo non sono apribili e noi con le bimbe volevamo avere la libertà di mettere il naso fuori ed annusare l’aria frizzantina della montagna. Sul trenino regionale potete scendere e salire quando volete e decidere di fare una o più soste per poi prendere il treno successivo e noi avendo la bimba più piccola che soffre di cinetosi lo abbiamo trovato  comodissimo per poter affrontare il viaggio con più tranquillità.

Quindi ricapitolando, sulla stessa tratta TIRANO- ST. MORITZ viaggiano due treni:

  • IL TRENO REGIONALE con carrozze standard e quindi i finestrini sono apribili e senza obbligo di prenotazione

oppure

  • IL TRENO BERNINA EXPRESS con carrozze panoramiche e finestrini non apribili  dove la prenotazione  è obbligatoria.

DOVE PARCHEGGIARE L’AUTO

Se raggiungete Tirano in auto potete parcheggiare gratuitamente dietro la stazione. C’è un sottopassaggio pedonale che poi vi condurrà direttamente all’ingresso della stazione.

DOVE MANGIARE CON I BAMBINI

Il ristorante Morteratsch è stato l’ennesima sorpresa di questa splendida giornata . Si trova di fronte alla stazione di Morteratsch, se c’è bel tempo potete pranzare all’aperto con vista sul ghiacciaio , potete gustare piatti della tradizione Grigionese come capuns e pizzokkel o Valtellinese come i pizzoccheri, troverete tutti i servizi per i bambini come menù, seggiolone e fasciatoio per il cambio.

Ristorante Morteratsch

Hotel Restaurant Morteratsch 
7504 Pontresina
Tel. +41 (0)81 842 63 13
Fax +41 (0)81 842 72 58
mail@morteratsch.ch

Shopping

Difficile poter acquistare qualcosa di economico a St. Moritz che non sia un souvenir, però potete portarvi a  casa delle squisite praline di cioccolato realizzate una ad una a mano o una deliziosa fetta di torta di noci Engadinese della Pasticceria Hanselmann .

Caffè Hanselmann

Via Maistra 8
7500 St. Moritz
Tel +41 81 833 38 64

info@hanselmann.ch

www.hanselmann.ch

 

Link:

www.rhb.ch

 

Potrebbero interessarti: